Il fascino del poker

Il fascino del poker coinvolge milioni di giocatori sparsi in tutto il mondo

Conoscenza delle regole, psicologia e strategia al servizio della disciplina

Ci sono giochi di carte che si basano solo ed esclusivamente nella conoscenza delle regole: basta sapere perfettamente come comportarsi in ogni occasione per riuscire in buona misura ad avere numerose chance di vittoria.

Ci sono poi giochi di carte che invece basano solo parte del loro svilupparsi nella conoscenza certosina delle regole del gioco: tra le discipline che rientrano in questa tipologia, il poker è certamente quella più celebre e che meglio ne incarna i connotati.

Il poker infatti, come tutti i giochi, si posa preliminarmente sulla necessità di avere una padronanza perfetta di ogni regola, ma non basta ciò per riuscire ad essere vincitori di un tavolo. Infatti il poker è molto particolare poiché ci si può trovare con in mano il punteggio più basso di tutto il tavolo e vincere, oppure avere quello migliore e perdere.

Da cosa dipende allora la possibilità di vincere o perdere al di là delle carte che si hanno in mano? Da due aspetti: strategia e psicologia. Sono strettamente correlate tra di loro poiché la strategia di solito dipende dalla psicologia, nel senso che un giocatore particolarmente sparagnino avrà anche una strategia più conservativa, mentre un giocatore più intraprendente cercherà più facilmente l’attacco.

L’aspetto psicologico è la base del poker, prima ancora delle carte che si avranno in mano dopo che le avrà distribuite il croupier.

Molti avranno sentito parlare dell’espressione faccia da poker. Di cosa si tratta? Faccia da poker significa riuscire a controllare le proprie emozioni e le proprie espressioni esterne in funzione alle proprie necessità. Spesso infatti ciò che determina la vittoria o la sconfitta di un giocatore è l’incapacità di trattenere entusiasmo laddove ha in mano carte buone (ed allora gli altri si ritirano dalla mano), oppure abbattimento quando le carte sono fiacche (ed allora gli altri capiscono di poter osare).

L’aspetto più importante è riuscire a non trasmettere nulla all’esterno, lasciando tutti gli avversari in balia del dubbio circa quali carte possiamo avere in mano, ma meglio ancora sarebbe opportuno riuscire a prendere piena consapevolezza e padronanza dei propri sentimenti trasmettendo all’esterno ciò che è funzionale al nostro gioco: ad esempio far credere agli avversari di avere un punteggio alto, quando in realtà non è il caso, può portare l’avversario a sentirsi intimorito ed indurlo in errore. In questo caso si potrebbe vincere anche avendo carte meno valide dell’avversario. Altresi, si potrebbe trarre in errore l’avversario anche facendogli credere di avere delle carte basse, portandolo ad esporsi, salvo poi castigarlo quando, girate le carte, scopre che in mano in realtà avevamo un punteggio estremamente elevato.
E’ oramai chiaro, dunque, che per essere degli ottimi giocatori di poker è necessario non solo conoscere le regole, ma soprattutto conoscere se stessi ed essere a capire il comportamento degli altri.

Dal tavolo verde fisico a quello virtuale sul computer

Evoluzione nel tempo del texas holdem poker

Fino a non tanti anni fa l’unico modo per poter giocare a poker era recarsi nelle sale da gioco dei migliori casino fisici. Il problema è che le grandi case da gioco dove poter dare vita alla propria passione non sono numerose e sostanzialmente si trovano solo in poche città difficili da raggiungere ai molti.

Infatti solo abitando nei pressi di Venezia, Montecarlo, Las Vegas, ecc, allora è possibile giocare a texas holdem poker in un casino senza troppi problemi. Tutti gli altri sono invece costretti a lunghi spostamenti per giocare a poker, con il risultato che si devono mettere in conto solo pochi giorni nonché ingenti spese per potersi garantire il proprio divertimento preferito in un casino.

La soluzione alla voglia di texas holdem poker da parte dei giocatori è offerta invece dai casino online, che utilizzano il poker come grande richiamo per accrescere il numero di clienti.

Si sa che il tavolo verde di un casino fisico ha un fascino inimitabile, veicolato anche dall’immagine creata nella mente delle persone dalle scene indimenticabili di molti film, che hanno risaltato i colori, i suoni, le emozioni dei casino e del poker.

Il texas holdem poker giocato su internet può comunque essere appagante come e più del poker giocato in un casino, per svariati motivi. Infatti su internet è possibile grazie ai casino online trovare una platea di avversari preparati ed agguerriti che spesso non è possibile trovare neppure in una sala da gioco professionale, inoltre la possibilità di giocare quando si vuole, come si vuole e dove si vuole permette di avere occasione di gioco senza vincoli e compatibilmente con tutti i propri impegni. Aspetto, come specificato prima, che rappresenta uno dei maggiori punti deboli dei casino reali.
Il poker quindi passando dai casino reali a quelli virtuali non si è snaturato, ma ha cambiato modalità di accesso. L’immaterialità del texas holdem poker online non ha però reso meno intense tutta una serie di emozioni uniche ed irripetibili che solo il poker è in grado di donare.
Ciò è testimoniato dal numero sempre crescente di utenti iscritti ai casino online e dal livello di conoscenza del gioco dei giocatori: su Internet è possibile dare vita a partite mozzafiato di poker, in tutta comodità.
L’importante è scegliere il giusto partner per le proprie giocate a texas holdem poker. Esistono numerosi siti che offrono il poker online, alcuni legali e certificati, altri invece non certificati che rappresentano solo un rischio. Bisogna sempre valutare e scegliere il casino su cui giocare, sincerandosi che si tratti di un casino approvato dall’amministrazione autonoma dei monopoli di stato (AAMS).

texas-holdem-poker

Scegli il tuo casino online aams e inizia a divertirti con il poker online

Registrati, deposita, scarica il software e inizia a sederti ai tavoli virtuali

Per giocare a poker online basta scegliere un casino virtuale ed iniziare a divertirsi. L’importante è distinguere tra le case da gioco virtuali affidabili e quelle da cui stare alla larga. Le prime, quelle affidabili, sono certificate da AAMS e si tratta di siti sicuri su cui giocare a poker online garantendosi ore di divertimento sicuro.

Solo sui siti AAMS si ha la certezza di ricevere il pagamento puntuale delle vincite, assistenza tecnica e psicologica costante, le transazioni e le fasi di gioco avvengono su connessioni sicure ed i dati personali sono protetti nel pieno rispetto della normativa sulla privacy.
Una volta scelto il proprio casino preferito, l’iter per iniziare a giocare è identico per tutti. Il primo step riguarda la registrazione, che in pochi minuti inserendo i propri dati e un nome utente ed una password permette di creare un conto di gioco.

Il conto di gioco necessita la validazione attraverso l’invio della copia di un documento di identità in corso di validità a mezzo fax o email allo staff del casino scelto. Ciò sblocca tutte le funzioni del conto di gioco e permette di giocare a poker online e a tutti gli altri giochi offerti.

Dopo la validazione si deve effettuare il primo deposito, attraverso il mezzo di pagamento preferito tra cui carta di credito, carta prepagata, paypal, bonifico bancario, ecc. Sul primo deposito, i maggiori casino online, sia per il poker quanto per gli altri giochi, riconoscono un bonus di benvenuto che di norma raddoppia la somma effettivamente versata fino a raggiungere anche il migliaio circa di euro. In questo modo è possibile avere davanti tante partite di poker online offerte dal casino.
Infine, l’ultimo passaggio prima di iniziare la propria attività di giocatore online di poker è scaricare il software di gioco che permette di creare i tavoli virtuali e permettere lo svolgimento delle partite.

Come si gioca a poker: dal classico al texas holdem

Regole simili per due giochi che hanno fatto storia

Capire come si gioca a poker è semplice, per quanto vi voglia buona pratica per assimilare al meglio le strategie più importanti.

Il poker tradizionale prevede cinque carte in mano, di cui ben quattro possono essere scartate e cambiate con altrettante fornite dal croupier. I punteggi vanno dalla coppia alla scala reale, passando da tris, doppia coppia, full, poker, scala.

Come si gioca a poker texas holdem?

Il gioco in questo caso prevede solo due carte in mano che non possono essere cambiate, ma si può solo passare la mano se si ritiene siano carte con cui non ci sono speranze di vittoria. Passare la mano si chiama Fold.

Si può chiamare Check per prendere tempo e far esporre prima gli avversari, per poi decidere cosa fare. Quando un avversario punta si può chiamare Call e vedere la giocata, oppure Raise e rilanciare.
Con All In invece si punta tutto quel che si ha, nella speranza di ottenere una vittoria che in alcuni casi può mettere anche fine alla partita.

I punteggi del poker texas holdem sono equivalenti a quelli del poker tradizionali, e le cinque carte necessarie per comporli derivano dalle due servite in mano e da tre delle cinque che il croupier gira in mezzo al tavolo e che sono comuni a tutti i giocatori. Le prime tre si chiamano Flop, la quarta Turn e la quinta River.
Come si gioca a poker è fondamentale, ma come indicato in precedenza è importante coniugare strategia e psicologia per essere grandi giocatori.

Per sapere tutto sul texas holdem, poker.paddypower.it

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *