Il social investment market di eToro

Se si è alla ricerca di un social investment market che faccia dell’affidabilità il proprio tratto peculiare, eToro è la risposta a ogni domanda. Si tratta di una piattaforma sulla quale gli utenti hanno l’opportunità di scambiare valute, ma anche stock e beni, direttamente online. Non solo gli investitori più esperti, ma anche i neofiti hanno la chance di condividere le strategie di trading, così da incrementare i propri profitti facendo affidamento su una community internazionale e composta da un numero molto elevato di persone. In sostanza, la differenza tra eToro e tutti gli altri broker online va individuata nel fatto che gli utenti non si limitano a effettuare scambi, ma possono interagire anche gli uni con gli altri, sia per apprendere le strategie altrui, sia per copiarle, secondo il meccanismo del copytrading che assicura molteplici vantaggi.

Utilizzabile sia da computer desktop che da smartphone, attraverso una specifica app dedicata, eToro ha da poco superato i dieci anni di vita, visto che è nato nel 2007, ed è sfruttato da milioni di utenti distribuiti in ogni angolo del mondo, per un totale di più di 170 Paesi. Nel corso degli anni si sono via via aggiunte nuove funzionalità: nel 2008 è stata la volta di WebTrader, vale a dire la piattaforma di trading web, mentre nel 2010 è arrivato OpenBook, il network di investimenti sociale. Nel 2011, infine, ha esordito il sistema CopyTrader. Che si abbia uno smartphone con sistema operativo Android, un Blackberry o un iPhone, chiunque può sfruttare i servizi della piattaforma adoperando un dispositivo mobile. La piattaforma lanciata nel 2015 integra in una sola interfaccia tutti gli strumenti disponibili. Ma come si fa a cominciare a usare eToro e a realizzare i primi investimenti?

Chi ha paura di sperperare il proprio denaro, magari perché non ha alcun tipo di esperienza nel settore, può abbandonare tutte le preoccupazioni di questo genere, dal momento che la piattaforma consente di aprire un conto demo, e cioè un conto di prova, del tutto gratuito, tramite cui si può iniziare a far pratica e a prendere dimestichezza con il sistema. L’aspetto più interessante del conto demo consiste nel fatto che offre le stesse funzioni e le stesse caratteristiche di un conto vero e proprio, con la differenza che non si è costretti a usare del denaro reale. Una volta che si è acquisita l’esperienza ritenuta necessaria per investire veramente, si può passare al conto reale, il quale può essere caricato tramite carta di credito, tramite PayPal, tramite Bancomat, tramite Western Union e in molti altri modi.

L’apertura del conto è connessa a diversi incentivi, che dipendono dall’importo del primo deposito, per un bonus che nel migliore dei casi può arrivare fino a 10mila dollari. Per i clienti di qualsiasi Paese, per aprire un conto è richiesto un deposito iniziale di non meno di 200 dollari. Uno degli aspetti più innovativi di eToro va individuato nell’opportunità di copiare le azioni e le strategie di altri utenti.

Gli investitori più popolari su eToro sono i cosiddetti CopyTrader, che sono anche i trader più quotati da OpenBook, la piattaforma sociale del broker (è possibile filtrarli a seconda del loro tasso di vincita e dell’esposizione). Gli utenti vengono classificati in funzione della cronologia degli scambi che hanno effettuato e, ovviamente, del successo che gli stessi hanno avuto. Nel momento in cui un CopyTrader è seguito da altri 50 utenti, e quindi le sue strategie vengono copiate da essi, ha diritto a un guadagno extra di 350 dollari mensili, che vengono erogati direttamente dalla piattaforma come bonus. Insomma, tanto più un CopyTrader è popolare quanto più è in grado di guadagnare solo con i bonus, tenendo presente la soglia massima del 2% del totale dei fondi che gli utenti che lo seguono hanno investito. Ma non è questo il solo vantaggio che viene offerto ai CopyTrader, i quali hanno anche diritto di ricevere sugli spread dei loro scambi sconti che possono arrivare al 100%.

Va notato che eToro è un broker a tutti gli effetti, e ciò vuol dire che per il servizio che ricevono gli utenti non devono pagare alcuna tassa. Il guadagno della piattaforma, infatti, è correlato agli spread dei beni che vengono scambiati. Per altro, come avviene per tutti gli altri broker, anche in questo caso è previsto l’addebito per i costi di rollover riguardanti le transazioni che sono state lasciate aperte al momento della chiusura del mercato.

Come si può intuire, eToro è uno strumento di grande utilità non solo per i trader che vantano già una notevole esperienza e, dunque, possono cimentarsi negli scambi con consapevolezza, ma anche per coloro che sono agli inizi e desiderano cominciare a prendere contatto con questo settore. Partire in modo affrettato e poco avveduto non ha mai senso, poiché ogni investimento è correlato a rischi più o meno elevati: sta al singolo valutarli e decidere se valga la pena o meno di affrontarli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *